L’idratazione cutanea e la sua importanza


L’IDRATAZIONE DEL VISO

La pelle è il nostro organo più esteso, regola gli scambi con l’ambiente esterno e protegge gli organi interni da Viso Donna fattori nocivi come radiazioni, inquinamento, infezioni batteriche o virali ecc. ecco perché, mantenere la cute adeguatamente idratata, è fondamentale per preservare il nostro stato di salute.

Il corretto stato di idratazione cutanea gioca un ruolo chiave nel mantenimento funzionale ed estetico della cute, soprattutto a livello del volto, primo mezzo di comunicazione interpersonale.

Una cute distesa, omogenea, densa e lucente, sicuramente ambita da molte persone, è il corrispettivo estetico di un corretto stato di idratazione della pelle.

È possibile ripristinare il film idrolipidico e migliorare notevolmente l’idratazione della pelle con trattamenti estetici specifici; tuttavia è fondamentale prendersi cura della propria pelle tutti i giorni anche a casa.

A disposizione dell’utenza esistono oggi numerosi prodotti destinati alla detersione della cute nonchè alla successiva reidratazione, efficaci nel proteggere e preservare sia l’integrità cutanea che il suo stato di idratazione.

Sostanze come l’Allantoina, i Fosfolipidi, l’NMF, l’Acido Ialuronico, il Collagene e oli vegetali come l’Olio di Jojoba, l’Olio di Avocado e l’Olio di mandorle dolci sono solo alcuni dei principi attivi attualmente utilizzabili in ambito cosmetologico per mantenere la cute adeguatamente idratata.

Quindi, riassumendo, qual è la routine ideale per mantenere una pelle sana e bella?

  • Al risveglio eliminare l’eccesso di sebo ed eventuali cellule morte dal viso con un latte e un tonico delicati
  • Applicare una crema idratante a lunga durata
  • Applicare la protezione solare
  • La sera , prima di coricarsi, detergere sempre il viso con prodotti specifici per eliminare le eventuali tracce di trucco e le impurità senza alterare il naturale film idrolipidico della pelle
  • Applicare siero e/o crema nutrienti e antiage
  • Una volta alla settimana effettuare uno scrub delicato o una maschera per eliminare le cellule morte e favorire il turnover cellulare
  • In particolari momenti dell’anno, quando la pelle è maggiormente soggetta a disidratazione, effettuare un ciclo di trattamenti specifici per ripristinare il film idrolipidico e l’idratazione.

L’IDRATAZIONE DEL CORPO

Anche la pelle del corpo va mantenuta adeguatamente idratata. In questo gioca un ruolo importante il corretto funzionamento del microcircolo attraverso il quale viene garantito il trasporto alla cute di ossigeno, sostanze nutritive ed acqua.

E’ evidente, quindi, come l’integrità strutturale e funzionale di questi piccoli vasi si ripercuota sullo stato di idratazione cutanea.

Per questo motivo nella medicina e nella cosmetologia antiaging, hanno trovato spazio principi attivi come il Rusco, la Centella Asiatica, il Ginkgo Biloba, l’Ippocastano, la Betulla, la Vite Rossa ecc. in grado di rafforzare le strutture vascolari proteggendole al contempo dal deterioramento strutturale e funzionale.

Molti di questi principi attivi si sono rivelati efficaci sia per uso topico che orale.

Infine anche il corpo, come il viso, va deterso con detergenti delicati. Dopo la detersione è opportuno applicare una buona crema idratante e, una volta alla settimana, eseguire uno scrub per eliminare le cellule morte ed avere una pelle sempre liscia e vellutata.

Nell’ampio scenario delle tecniche non invasive di ringiovanimento e di reidratazione cutanea, si è affermato negli ultimi anni l’utilizzo della radiofrequenza.

La radiofrequenza è attualmente impiegata in vari campi della medicina estetica ed anti aging, in particolare nel trattamento degli inestetismi del volto.

Il trattamento di Radiofrequenza è un trattamento non invasivo che si effettua attraverso l’uso di un apposito manipolo collegato ad un macchinario generatore di onde elettromagnetiche.

L’effetto termico provoca la contrazione immediata delle fibre di collagene, con stiramento del derma e degli strati sovrastanti, e la stimolazione dei fibroblasti. La deposizione di nuove fibre collagene prodotte dai fibroblasti determinerà un miglioramento dell’impalcatura tridimensionale del derma, stendendo superficialmente la cute e donando al volto o all’area trattata maggiore densità, lucentezza e turgidità.

Gli effetti compaiono dopo pochi trattamenti e permangono anche per differenti mesi dalla sospensione delle sedute.

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us