Gambe gonfie? Ritenzione idrica? Quali sono i rimedi?


Le cause della ritenzione idrica e delle gambe gonfie possono essere molteplici: innanzitutto la mancanza di esercizio fisico.

L’attività fisica, infatti, è di grande aiuto per le vene degli arti inferiori che sono sempre costrette a lavorare contro la forza di gravità per permettere al sangue di tornare al cuore. Se il sangue viaggia troppo lentamente e inizia a ristagnare nelle vene delle gambe, la pressione può forzare la fuoriuscita di liquido al di fuori dei capillari, nello spazio interstiziale. I capillari possono rompersi lasciando tracce di sangue di piccole dimensioni sotto la pelle e le vene stesse possono diventare gonfie, dolorose e visibili (vene varicose).

Le donne sono più soggette degli uomini a trattenere i liquidi: gli ormoni femminili, in particolare il progesterone,tendono a causare ritenzione idrica ed è per questo che molte donne notano caviglie e piedi gonfi prima delle mestruazioni.

Anche l’alimentazione è importante per mantenere una buona circolazione e prevenire problemi agli arti inferiori. Il consumo eccessivo di sale è una delle principali cause di ritenzione idrica e accumulo di tossine nel corpo mentre consumare alimenti ricchi di antiossidanti (frutta e verdura) e bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno favorisce il tono delle pareti venose e l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Esistono diversi rimedi per ridurre la ritenzione idrica e il gonfiore alle gambe; tra questi troviamo la pressoterapia e i massaggi manuali linfodrenanti.

La pressoterapia è un trattamento estetico-curativo che viene utilizzato per la prevenzione di insufficienza venosa, linfedemi , cellulite e tutti i disturbi del circolo venoso e linfatico. Essa si applica attraverso sacche gonfiabili che permettono di comprimere interamente la gamba. Il trattamento si basa sulla pressione esterna esercitata da un apposito dispositivo sugli arti e l’addome , al fine di migliorare la circolazione linfatica e venosa. Col miglioramento della circolazione l’organismo sarà anche in grado di espellere con maggiore facilità le tossine e le scorie accumulate. La pressoterapia può essere un ottimo supporto per contrastare l’edema degli arti inferiori e produce tutta una serie di benefici : migliora la circolazione linfatica e venosa, elimina i liquidi in eccesso e riduce sia l’edema linfatico degli arti sia il gonfiore addominale.

Un altro valido mezzo per combattere il gonfiore degli arti inferiori è il massaggio linfodrenante. Il linfodrenaggio aiuta il metabolismo a funzionare in modo corretto. In pratica le mani del massaggiatore spostano il liquido che di solito si trova nella pelle o tra pelle e muscoli e lo convogliano nei vasi linfatici da cui poi viene eliminato. Tramite questo massaggio si possono risolvere problemi di edema o gonfiore, legati ad accumulo di liquido nei tessuti. Un ulteriore beneficio del massaggio linfodrenante riguarda il sistema immunitario: massaggiare i linfonodi e muovere la linfa stimola, infatti,  la produzione e la circolazione degli anticorpi.

Andando avanti negli anni il sistema linfatico  tende a diventare meno efficace nel promuovere l’eliminazione di liquidi e tossine dall’organismo  specie se il soggetto conduce una vita sedentaria; per questo può essere utile “aiutarlo” dall’esterno, tramite linfodrenaggio manuale o meccanico.

L’ideale sarebbe alternare il massaggio manuale ( linfodrenaggio manuale) con il massaggio meccanico ( pressoterapia), in modo che l’organismo venga ancora più stimolato.

Entrambe le tecniche possono dare degli ottimi risultati nel ridurre ritenzione idrica e gonfiore alle gambe ma è fondamentale affiancare un corretto stile di vita!

Per ulteriori informazioni su Pressoterapia e Linfodrenaggio non esitare a contattarci su whatsapp al 3333483996 e allo 0645668498.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us